SI VA A NEW YORK SULL’1-1

Dopo 2 gare di playoff torniamo a scrivere qualcosa nel nostro Blog, troppo alta è stata la tensione in questi giorni anche per noi che viviamo le partite dei nostri Pens dal divano di casa e non sul ghiaccio come i nostri beniamini.

521581936_slide

Abbiamo visto tutti come possa cambiare completamente il vento durante pochi, anzi pochissimi minuti di gioco, tant’è che sfido chiunque a metà del secondo periodo di gara 2 avesse puntato in quel preciso istante un paio di euro sulla vittoria dei Rangers; ed invece in 4 minuti e 14 secondi di gioco siamo riusciti a subire la bellezza di 3 reti, compiendo ogni errore possibile inimmaginabile, facendoci travolgere da ciò che negli anni è stato il nostro più grande difetto, ossia, la poca personalità.

Mai come in quei momenti una hit, una fight, un giocatore capace di creare un po’ di scompiglio sarebbe servito, ma ahimè nella nostra rosa attualmente player di quel calibro non ne abbiamo neanche mezzo; per questo motivo un Tom Sestito potrebbe risultare utile alla causa in gara 3; ma proprio nella giornata di ieri è stato rimandato ai nostri affiliati in AHL…

Dunque con ogni probabilità gli uomini rimarranno gli stessi ma andiamo a capire quali possibili movimenti potrebbe apportare coach Sullivan in quel di New York.

521581934_slide

Il rientro di Evgeni Malkin dopo una lunga assenza per infortunio non ha inciso come si sperava…un suo plausibile utilizzo in linea con Sidney Crosby potrebbe essere l’idea più giusta visto l’ovvio stato di forma non al 100% del #71

Se la quarta linea formata da Kuhnhackl, Cullen e Fehr non si tocca (anche per le loro grandissime capacità in situazione di penalty kill), la terza con Bonino, Kessel ed Hagelin è risultata essere la migliore in gara 2 mentre la seconda, con il rientrante Malkin a guidare la truppa formata dalle velocissime ali Rust (anch’egli al rientro dopo l’infortunio) e Sheary con ogni probabilità sarà riconfermata in toto per fargli prendere un’alchimia migliore di quella vista nel primo match disputato assieme; ciò che rimane è dunque il terzetto della prima linea, dove Hornqvist (sugli scudi in gara 1 con uno strepitoso hat trick) e Sidney Crosby sono gli intoccabili, mentre a nostra opinione Chris Kunitz risulta oramai un peso, un giocatore da troppo tempo poco preciso e del tutto non determinante per le sorti di una partita…

Siamo a conoscenza anche delle idee di coach Sullivan che vorrebbe provare (ed è stato provato anche nell’ultima gara) una prima linea formata da Crosby, Malkin e Hornqvist con Kunitz a scalare in una possibile quarta linea con Fehr spostato da Right Wing a Centro in una seconda (o terza) linea provvisoria allineato con Sheary e Rust.

Tutto è possibile con coach Sullivan, uomo che in questi mesi ci ha abituati a cambiamenti di linee e di uomini ogni qual volta le cose non andassero per il meglio, tant’è che siamo certi di poter vedere delle novità nella gara che andremo ad affrontare al Madison Square Garden nella notte italiana di martedì.

Quest’oggi ne sapremo di più al termine degli allenamenti che con ogni probabilità ci chiariranno alcuni dei nostri punti interrogativi.

Ma se l’attacco in gara 2 non ha prodotto ciò che speravamo il vero problema dei Pens è stato il reparto arretrato, dove la coppia formata da Kris Letang ed Olli Maatta ha ballato come non mai e la seconda linea Dumoulin-Daley non ha dato le sicurezze del passato (regalando anche il goal del momentaneo 1-4 di Kreider), tant’è che un’avvicendamento fra Maatta e Daley sarebbe per tutti noi una delle cose da proporre in vista della prima sfida sul ghiaccio newyorkese.

Maatta infatti non ha il passo per coprire le falle lasciate dal compagno di linea Letang nelle sue avanzate e se non viene aiutato da qualche compagno dell’attacco viene spesso lasciato in balia degli avversari che in ogni occasione se lo bevono molto facilmente; noi tutti infatti abbiamo notato la clamorosa lentezza con la quale si muove il giovane finlandese e siamo sempre più perplessi a riguardo delle sue reali potenzialità.

Infine dalle risposte date nelle interviste del post partita coach Sullivan ha lasciato intendere di voler riportare in line up Justin Schultz e rimetterlo in linea con Ian Cole, la coppia infatti si era distinta nella lunga serie di vittorie messa a segno in Regular Season per la grande alchimia, la capacità di inserimenti di Schultz infatti veniva ben coperta da Cole, modo per cui probabilmente Lovejoy verrà scratchato in gara 3.

521586748_slide

Jeff Zatkoff ha disputato 2 buonissime gare alla difesa della nostra gabbia ma in gara 3 con ogni probabilità ritroveremo il nostro starter Marc Andre Fleury

Dall’attacco alla difesa giungiamo alla gabbia, dove Jeff Zatkoff ha fatto tutto ciò che ha potuto (forse anche di più!) in ognuna delle due prime gare disputate; un possibile rientro di Marc Andre Fleury andrà a migliorare il nostro roster? Sicuramente, ma non ci sentiamo assolutamente di garantire che il risultato possa cambiare con il #29 in gabbia o il numero #37, il backup infatti non ha nessuna colpa in nessuno dei 6 goal subiti nelle due gare da egli disputate ed anzi specialmente nella prima si è reso protagonista di numerosi interventi decisivi.

Staremo a vedere ciò che succederà, noi saremo sempre a supporto della nostra squadra e del nostro coach!

NOI CI CREDIAMO!!! LET’S GO PENS!!!

 

SARA’ PENGUINS vs RANGERS, ANCORA UNA VOLTA!

Con la sconfitta subita nell’ultima gara di Regular Season dai New York Islanders abbiamo conosciuto quale sarà la nostra avversaria ai prossimi playoff che saranno dunque i New York Rangers.

rangers-vs-penguins

Per il terzo anno consecutivo dunque dobbiamo affrontare la formazione della grande mela che nelle ultime due occasioni ci ha eliminati, 2 anni fa con una rimonta clamorosa nella serie in cui conducevamo 3-1, mentre lo scorso anno con un pesante 4-1 con tutte e cinque le gare concluse con il risultato di 2-1, insomma ce la giocammo ma non riuscimmo mai a trovare la via del goal contro uno dei goalie più forti del pianeta, parlo ovviamente di Henrik Lundqvist.

La serie avrà inizio mercoledì e disputeremo le prime 2 gare fra le mura amiche del Consol Energy Center.

Tutti uniti verso la vittoria!! Quest’anno possiamo farcela!!

LET’S GO PENS!!!

CI VEDIAMO AI PLAYOFF!

Dopo la partita stravinta con il risultato di 6-2 contro i rivali dei Philadelphia Flyers si è svolto il consueto Fan Appreciate Night che funge da saluto da parte della squadra al pubblico di casa in occasione dell’ultima partita di Regular Season fra le mura amiche.

 

Ovviamente il Consol Energy Center di Pittsburgh sarà lieto di accogliere i propri beniamini ai prossimi playoff, conquistati questo weekend con dimostrazioni di grande superiorità contro team che si stanno giocando anch’essi lo stesso nostro obiettivo (da noi raggiunto!), come i New York Islanders ed i sopracitati Flyers.

Ecco dunque alcune immagini della sfida disputata ieri ed il saluto dei nostri ragazzi al pubblico di casa.

518926496_slide

Il ritorno al goal di Beau Bennett è una delle liete notizia in casa Pens, il talentuoso ma inesploso Right Wing fatto “di cristallo” (numerosi infatti gli infortuni subiti dal 24enne) ha realizzato la prima rete da quando sulla nostra panchina siede Sullivan

518945250_slide

Matthew Murray, gran protagonista di questo back to back glorioso, ha neutralizzato 52 delle 54 conclusioni ricevute, dimostrandosi ancora una volta all’altezza della situazione

518945242_slide

Il gruppo fa la differenza!! Almeno 1 elemento di ogni linea offensiva è andato a segno nella sfida contro i Flyers: Crosby ed Hornqvist per la prima, Hagelin per la seconda, Fehr (2) per la terza e Bennett per la quarta; diciamo che in questo momento siamo proprio pericolosi in qualsiasi momento di gara

518945256_slide

Sid the Kid firma magliette e si intrattiene con i tifosi nel post partita

518945252_slide

Al Fan Appreciate Night i giocatori restano sul ghiaccio nel post partita per salutare il pubblico di casa: arrivederci all’anno pros….anzi no! Arrivederci ai playoff!!! 😉

LE PRIME VOLTE DI…

Nella partita stravinta in quel di Brooklyn contro i New York Islanders con il risultato di 5-0 spiccano alcuni dettagli che andiamo brevemente a citare.

518746306_slide

Sundqvist festeggiato da Daley, il suo goal arrivato in shorthanded sarà anche il game winning goal della partita

  • Il primo goal in NHL per Oskar Sundqvist

Il 23enne centro svedese, così come Tom Kuhnhackl, ha trovato la prima rete con la casacca dei Penguins in occasione di una situazione di inferiorità numerica, momento assai difficile per realizzare un goal; oltre a questo si aggiunge un altro piccolo record per Oskar visto che il suo primo goal in NHL è risultato essere anche il Game Winning Goal della sfida contro gli Islanders


 

518750054_slide

Matt Murray, solido in gabbia contro gli Islanders, con 24 parate compie il suo primo shutout in NHL

  • Il primo shutout per Matthew Murray

Il giovane goalie che ad inizio anno era stato mandato in AHL per fargli fare le ossa si sta rivelando una piacevole sorpresa in questo finale di stagione (e non solo…) ed alla nona chiamata da starter ha messo a segno il suo primo shutout in carriera con la maglia dei Penguins


 

518765370_slide

Sidney Crosby mostra orgoglioso il puck del suo 600esimo assist in NHL

  • 600esimo assist in carriera NHL per il nostro capitano Sidney Crosby

Con l’assist in occasione del 2-0 timbrato da Hornqvist il nostro #87 ha realizzato il suo 600esimo assist in NHL, sopra di lui in maglia Penguins solamente Jaromir Jagr a quota 645 ed il mitico Mario Lemieux a quota 1033.


 

CfD9dGRXIAA_ajv

Secondi solo ai Detroit Red Wings a quota 24, i nostri Pens per il decimo anno consecutivo si giocheranno le proprie possibilità di vittoria alla post season

  • Decimo anno consecutivo ai playoff

Ci servivano 2 punti per conquistare la certezza matematica della conquista della post season: i 2 punti sono arrivati in grande stile sbarazzandoci degli Islanders con una cinquina a domicilio ed un dominio imbarazzante in ogni settore del ghiaccio; così dunque per il decimo anno consecutivo i nostri Penguins parteciperanno al periodo più hot della stagione NHL, ossia i playoff!


 

Maple-Leafs-Penguins-Hockey

Il NOSTRO Coach, Mike Sullivan, colui che ha scacciato via l’ombra dei Pens brutti ed improduttivi dell’era Johnston trasformandoli nella macchina da goal attuale: grazie Coach!

  • Prima stagione da Head Coach…prima post season conquistata per Mike Sullivan

Inutile nasconderlo, l’uomo che ci ha trascinati ai playoff quest’anno non porta i pattini, ma indossa una giacca ed una cravatta e soprattutto diciamocelo “due palle così”! Mike Sullivan da quando si è seduto sulla nostra panchina ha cambiato radicalmente ogni cosa trasformando una squadra impaurita e sterile ad una formazione veloce, grintosa, tosta e determinata che ora come ora fa paura a tutti.


 

Ora testa al derby contro Philadelphia che avrà inizio alle ore 23 italiane facendo prima un in bocca al lupo ai nostri fratelli Pirates che quest’oggi iniziano la loro stagione in MLB affrontando i Cardinals.


 

#beattheFlyers #beattheCardinals #PrideBurgh

SCATTA L’ORA X IN CASA PENS

Una settimana dopo il passaggio dall’ora solare all’ora legale durante questo weekend potrebbe scattare l’ora di mettere il timbro (o la X al fianco del nostro nome nella classifica del sito della NHL!!) in una delle 16 caselle disponibili per disputare i prossimi playoff.

I nostri Pittsburgh Penguins infatti conquistando almeno una vittoria nelle due gare che disputeranno a breve distanza (contro gli Islanders quest’oggi e Philadelphia domani) avrebbero la certezza matematica di aver conquistato un posto per la post season distante oramai meno di 15 giorni.

518449734_slide

Phil Kessel, autore di una doppietta nell’ultimo match contro i Nashville Predators, tenterà di trascinarci alla vittoria anche contro i New York Islanders a partire dalle ore 19:00 italiane (la gara verrà inoltre trasmessa in differita su Sky Sport Plus, canale 205 di SKY, alle ore 00:30)

sabato 2/4 ore 19:00 —> NEW YORK ISLANDERS vs PITTSBURGH PENGUINS

Alle ore 19:00 italiane i nostri Pens saranno di scena al Barclays Center di Brooklyn per affrontare i temibili Islanders di John Tavares; le 3 sfide già disputate durante l’arco di questa stagione vedono avanti i nostri ragazzi con 2 W conquistate al fronte di 1 sola sconfitta arrivata di misura meno di un mese fa.

Olli Maatta e Bryan Rust con ogni probabilità non saranno della gara visto il prolungarsi dei rispettivi infortuni mentre Brian Dumoulin dovrebbe fare rientro proprio quest’oggi al posto (con ogni probabilità) del giovane Pouliot che però ha ben disputato le 3 gare in cui è stato chiamato in causa.

Le certezze invece in questo periodo sono due: capitan Sidney Crosby, eletto “First Star of the Month” dalla NHL nella giornata di ieri e Phil Kessel; il #81, parecchio criticato durante tutto l’anno, sta trovando il momento di forma migliore proprio quando la stagione sta entrando nel suo momento più caldo, aiutato anche da un intesa finalmente ottimale con Nick Bonino e Carl Hagelin, i due compagni di linea che con la loro dinamicità e la loro posizione stanno facendo rendere al meglio il nostro “Cicciobello” preferito, a segno 4 volte nelle ultime 4 partite disputate.

Marc Andre Fleury sarà lo starter goalie della partita di oggi mentre domani a conseguenza di cosa accadrà nella gara odierna verrà deciso se lasciare riposare il nostro #29 al posto del giovane Matt Murray uscito vittorioso in settimana dalla battaglia vissuta contro i mai domi Buffalo Sabres.

Per quanto riguarda invece i nostri sfidanti, arriveranno alla sfida con una defezione nel reparto arretrato visto l’infortunio sofferto dal forte Travis Hamonic nell’ultima gara disputata contro i Columbus Blue Jackets; il loro cammino nelle ultime dieci partite parla di 5 vittorie, 4 sconfitte ed 1 sconfitta subita agli shootout proprio contro di noi una decina di giorni fa.

Una vittoria per gli Isles sarebbe fondamentale poichè oltre a portarsi ad 1 punto di distanza da noi avrebbero a disposizione una gara in più e come si suol dire, avrebbero il proprio destino nelle proprie mani.

Kris+Letang+Pittsburgh+Penguins+v+Philadelphia+8PwnvwjUQGFl

Kris Letang è pronto, come ogni elemento dei Pens, a combattere per la maglia nel ghiaccio di casa contro Philadelphia, domenica dalle ore 23:00 italiane!

domenica 3/4 ore 23:00 —> PITTSBURGH PENGUINS vs PHILADELPHIA FLYERS

Sarà sicuramente una battaglia la sfida di domenica fra Flyers e Penguins: Philadelphia infatti con ogni probabilità non avrà gradito il 4-1 inflitto un paio di settimane fa al Wells Fargo Center da Crosby & Co. con una supremazia territoriale imbarazzante sotto ogni punto di vista ed inoltre sta combattendo con i denti per conquistare il piazzamento in uno dei due posti Wild Card per i prossimi playoff con i Detroit Red Wings appaiati ad 89 punti.

Ciò che possiamo dire riguardo a questa squadra è che dopo la sconfitta subita dai Pens ha infilato un bel filotto di vittorie interrotto solamente dal k.o agli shootout subito da Columbus e dalla sorprendente sconfitta in quel di Glendale contro gli Arizona Coyotes, team che ormai non ha più nulla da dire ma che da consuetudine nord americana non regala assolutamente niente a nessuno.

Ad ogni modo il momento cruciale della stagione per i Flyers arriverà durante la prossima settimana quando proprio mercoledì dovranno affrontare i Red Wings in una gara da “dentro o fuori”.

Con poche informazioni su formazioni od altro (visto che anche Philadelphia disputerà quest’oggi il primo match del proprio weekend) vi lasciamo con le solite due frasi:

BE STRONG!! BE TOUGH!!

WE ARE THE FIFTH LINE!!