Jeff Zatkoff’s Blog post gara 4

Jeff Zatkoff, il nostro terzo portiere, sta scrivendo un blog che pubblica costantemente nel sito ufficiale dei Pittsburgh Penguins; ecco l’ultimo esposto tratto nell’immediato post gara 4 e post vittoria che ci porta ad 1 passo dalla Stanley Cup:

“Credo che tutti i tiri che ho lasciato segnare ad Eric Fehr su di me negli allenamenti abbiano finalmente dato i loro frutti! E ‘stato il momento decisivo per noi, grazie ad un grande passaggio di Carl Hagelin e con soli 2:02 restanti.

San Jose stava davvero spingendo forte, ma quel gol ci ha dato un po’ di respiro, necessario per vincere la partita.

E’ ovviamente stata una grande partita per noi. Sappiamo quanto sono buoni gli squali in casa ed abbiamo voluto venire via dal SAP Center con un divario, non incolmabile, ma importante. Non posso dire abbastanza su quanto bene stiano giocando i ragazzi.

E ‘ovviamente una grande vittoria per noi, ma sappiamo di avere ancora un sacco di lavoro da fare. Sono una grande squadra e vincere l’ultima partita di una serie è sempre la sfida più grande.

Noi non viaggiamo a casa dopo la partita. Abbiamo trascorso la notte a San Jose, in modo da non arrivare a casa alle 05:00 ET. Partendo il giorno dopo ci permette di ottenere un buon riposo notturno e di recuperare poi le ore di fuso orario che ci sono dalla California alla Pennsylvania durante il viaggio.

So che un sacco di ragazzi come farlo in questo modo, soprattutto Matt “QC” Cullen, dal momento che lui è un po ‘più grande. Ha 39 anni!

Noi lo chiamiamo “QC” o “Quirky Cully” perché ha un bel paio di stranezze che ha raccolto nel corso della sua carriera. Egli usa un’impugnatura da tennis sulla parte superiore della stecca. Immagino che questa stranezza spieghi il perché ha un rovescio simile a quello di Roger Federer.

Onestamente, però, Cully è stato notevole per noi in questa stagione. E ‘stato una roccia nella nostra lineup. Costantemente vince grandi faceoff, blocca tiri e segna qualche goal importante.

Vorrei avere 18 anni in questo momento, per fare tesoro di queste stranezze ed usarle poi nella mia carriera…ora invece dovrei giocare fino a 50 anni per metterle in uso e sinceramente non credo accada.

Sarà bello avere un giorno di riposo per ricaricarsi. Abbiamo ancora un sacco di lavoro da fare!

A presto.”

Jeff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *