Match Preview: Pittsburgh Penguins vs. New York Rangers

Si torna a Pittsburgh: appuntamento alle ore 01.00 italiane, tutti a sostenere i nostri Pens!! LET'S GO PENS!

Si torna a Pittsburgh: appuntamento alle ore 01.00 italiane, tutti a sostenere i nostri Pens!! LET’S GO PENS!

Dopo la road trip che ha visto i Pens ottenere un 1-1-1 contro Washington, NY Islanders e Buffalo, i Pittsburgh Penguins tornano alla PPG Arena davanti al pubblico amico dove a far visita arriveranno i NY Rangers. E’ il primo incontro stagionale tra le due squadre, una rivalità che si riaccende dopo che nelle ultime due stagioni le due squadre si sono affrontate sempre al primo turno di playoff e vere e proprie battaglie e di conseguenza ci aspettiamo una partita emozionante stanotte. I Pens in casa hanno tutt’altra marcia rispetto alle prestazioni che vediamo in trasferta ma si sa che i tifosi quando affrontano una rivale pretendono sempre la vittoria 😉

Nel pomeriggio italiano dal farm team di AHL è arrivato l’attaccante Jake Guentzel, giocatore 22enne autore sino adesso di 17 punti (7+10) in 16 presenze con i WBS. Il giovane giocatore è stato chiamato in prima squadra visto gli infortuni di Hornqvist e di Kunitz, che proprio oggi è finito in injury reserve. Oltre l’esordio di Guentzet è confermato in formazione anche Scott Wilson mentre coach Sullivan ha riconfermato a difesa del net Marc-Andrè Fleury con Matt Murray a fagli da backup.

I Rangers arrivano a Pittsburgh a 24 ore dalla sconfitta ai rigori subita contro i Florida Panthers per 3-2 perciò, visto che per loro si tratta di un back-to-back, vedremo se accuseranno una certa stanchezza oppure no. Chi non sarà della partita è sicuramente lo svedese Zibanejad che è rimasto infortunato stanotte e ne avrà per almeno 6-8 settimane mentre nel net il favorito sembra essere Antti Raanta con Henrik Lundqvist che potrebbe rimanere a riposo ma ancora non ci sono conferme a proposito. Questa la probabile formazione dei Pens di stanotte:

Hagelin – Crosby – Sheary / Guentzel – Malkin – Kessel / Wilson – Bonino – Rust / Kuhnhackl – Cullen – Sheary / Dumoulin – Letang / Maatta – Daley / Cole – Schultz.

Esordio contro i New York Rangers per il 22enne attaccante Jake Guentzel. Riuscirà a lasciare il segno?

Esordio contro i New York Rangers per il 22enne attaccante Jake Guentzel. Riuscirà a lasciare il segno?

Appuntamento dunque alle ore 01.00 italiane dove seguiremo live l’incontro sul nostro gruppo facebook Italy Pens Fans oppure seguire i nostri aggiornamenti tra periodo e periodo sulla Pagina Ufficiale Facebook!

– FOR MY TEAM, FOR THE GLORY! – Since 2014 _/\_ Let’s GoPens

SI VA A NEW YORK SULL’1-1

Dopo 2 gare di playoff torniamo a scrivere qualcosa nel nostro Blog, troppo alta è stata la tensione in questi giorni anche per noi che viviamo le partite dei nostri Pens dal divano di casa e non sul ghiaccio come i nostri beniamini.

521581936_slide

Abbiamo visto tutti come possa cambiare completamente il vento durante pochi, anzi pochissimi minuti di gioco, tant’è che sfido chiunque a metà del secondo periodo di gara 2 avesse puntato in quel preciso istante un paio di euro sulla vittoria dei Rangers; ed invece in 4 minuti e 14 secondi di gioco siamo riusciti a subire la bellezza di 3 reti, compiendo ogni errore possibile inimmaginabile, facendoci travolgere da ciò che negli anni è stato il nostro più grande difetto, ossia, la poca personalità.

Mai come in quei momenti una hit, una fight, un giocatore capace di creare un po’ di scompiglio sarebbe servito, ma ahimè nella nostra rosa attualmente player di quel calibro non ne abbiamo neanche mezzo; per questo motivo un Tom Sestito potrebbe risultare utile alla causa in gara 3; ma proprio nella giornata di ieri è stato rimandato ai nostri affiliati in AHL…

Dunque con ogni probabilità gli uomini rimarranno gli stessi ma andiamo a capire quali possibili movimenti potrebbe apportare coach Sullivan in quel di New York.

521581934_slide

Il rientro di Evgeni Malkin dopo una lunga assenza per infortunio non ha inciso come si sperava…un suo plausibile utilizzo in linea con Sidney Crosby potrebbe essere l’idea più giusta visto l’ovvio stato di forma non al 100% del #71

Se la quarta linea formata da Kuhnhackl, Cullen e Fehr non si tocca (anche per le loro grandissime capacità in situazione di penalty kill), la terza con Bonino, Kessel ed Hagelin è risultata essere la migliore in gara 2 mentre la seconda, con il rientrante Malkin a guidare la truppa formata dalle velocissime ali Rust (anch’egli al rientro dopo l’infortunio) e Sheary con ogni probabilità sarà riconfermata in toto per fargli prendere un’alchimia migliore di quella vista nel primo match disputato assieme; ciò che rimane è dunque il terzetto della prima linea, dove Hornqvist (sugli scudi in gara 1 con uno strepitoso hat trick) e Sidney Crosby sono gli intoccabili, mentre a nostra opinione Chris Kunitz risulta oramai un peso, un giocatore da troppo tempo poco preciso e del tutto non determinante per le sorti di una partita…

Siamo a conoscenza anche delle idee di coach Sullivan che vorrebbe provare (ed è stato provato anche nell’ultima gara) una prima linea formata da Crosby, Malkin e Hornqvist con Kunitz a scalare in una possibile quarta linea con Fehr spostato da Right Wing a Centro in una seconda (o terza) linea provvisoria allineato con Sheary e Rust.

Tutto è possibile con coach Sullivan, uomo che in questi mesi ci ha abituati a cambiamenti di linee e di uomini ogni qual volta le cose non andassero per il meglio, tant’è che siamo certi di poter vedere delle novità nella gara che andremo ad affrontare al Madison Square Garden nella notte italiana di martedì.

Quest’oggi ne sapremo di più al termine degli allenamenti che con ogni probabilità ci chiariranno alcuni dei nostri punti interrogativi.

Ma se l’attacco in gara 2 non ha prodotto ciò che speravamo il vero problema dei Pens è stato il reparto arretrato, dove la coppia formata da Kris Letang ed Olli Maatta ha ballato come non mai e la seconda linea Dumoulin-Daley non ha dato le sicurezze del passato (regalando anche il goal del momentaneo 1-4 di Kreider), tant’è che un’avvicendamento fra Maatta e Daley sarebbe per tutti noi una delle cose da proporre in vista della prima sfida sul ghiaccio newyorkese.

Maatta infatti non ha il passo per coprire le falle lasciate dal compagno di linea Letang nelle sue avanzate e se non viene aiutato da qualche compagno dell’attacco viene spesso lasciato in balia degli avversari che in ogni occasione se lo bevono molto facilmente; noi tutti infatti abbiamo notato la clamorosa lentezza con la quale si muove il giovane finlandese e siamo sempre più perplessi a riguardo delle sue reali potenzialità.

Infine dalle risposte date nelle interviste del post partita coach Sullivan ha lasciato intendere di voler riportare in line up Justin Schultz e rimetterlo in linea con Ian Cole, la coppia infatti si era distinta nella lunga serie di vittorie messa a segno in Regular Season per la grande alchimia, la capacità di inserimenti di Schultz infatti veniva ben coperta da Cole, modo per cui probabilmente Lovejoy verrà scratchato in gara 3.

521586748_slide

Jeff Zatkoff ha disputato 2 buonissime gare alla difesa della nostra gabbia ma in gara 3 con ogni probabilità ritroveremo il nostro starter Marc Andre Fleury

Dall’attacco alla difesa giungiamo alla gabbia, dove Jeff Zatkoff ha fatto tutto ciò che ha potuto (forse anche di più!) in ognuna delle due prime gare disputate; un possibile rientro di Marc Andre Fleury andrà a migliorare il nostro roster? Sicuramente, ma non ci sentiamo assolutamente di garantire che il risultato possa cambiare con il #29 in gabbia o il numero #37, il backup infatti non ha nessuna colpa in nessuno dei 6 goal subiti nelle due gare da egli disputate ed anzi specialmente nella prima si è reso protagonista di numerosi interventi decisivi.

Staremo a vedere ciò che succederà, noi saremo sempre a supporto della nostra squadra e del nostro coach!

NOI CI CREDIAMO!!! LET’S GO PENS!!!

 

SARA’ PENGUINS vs RANGERS, ANCORA UNA VOLTA!

Con la sconfitta subita nell’ultima gara di Regular Season dai New York Islanders abbiamo conosciuto quale sarà la nostra avversaria ai prossimi playoff che saranno dunque i New York Rangers.

rangers-vs-penguins

Per il terzo anno consecutivo dunque dobbiamo affrontare la formazione della grande mela che nelle ultime due occasioni ci ha eliminati, 2 anni fa con una rimonta clamorosa nella serie in cui conducevamo 3-1, mentre lo scorso anno con un pesante 4-1 con tutte e cinque le gare concluse con il risultato di 2-1, insomma ce la giocammo ma non riuscimmo mai a trovare la via del goal contro uno dei goalie più forti del pianeta, parlo ovviamente di Henrik Lundqvist.

La serie avrà inizio mercoledì e disputeremo le prime 2 gare fra le mura amiche del Consol Energy Center.

Tutti uniti verso la vittoria!! Quest’anno possiamo farcela!!

LET’S GO PENS!!!

ENNESIMO WEEKEND IN BACK TO BACK

Per la terza volta nelle ultime quattro settimane i nostri Pittsburgh Penguins saranno costretti al duro lavoro di dover disputare due gare in back to back fra sabato e domenica.

Quest’oggi affronteremo alla Joe Louis Arena di Detroit i padroni di casa dei Red Wings, staccati di sole 3 lunghezze da noi, mentre domani voleremo in quel di New York per affrontare al Madison Square Garden i Rangers che hanno approfittato del nostro passo falso compiuto giovedì contro New Jersey per saldare il proprio secondo posto in Division staccandoci di 4 punti ma avendo disputato una gara in più rispetto a noi.

135749957_slide

La sfida di oggi ci vedrà protagonisti alla Joe Louis Arena di Detroit contro i Red Wings del “mago” Pavel Datsyuk; diretta televisiva per gli abbonati Sky su Fox Sports alle ore 19:00 italiane

COME CI AVVICINIAMO AI MATCH…

Tornando proprio alla gara di giovedì persa malamente per 3-0 contro i New Jersey Devils possiamo dire che, dopo 2 settimane vissute alla grande con prestazioni sublimi a risposta delle difficoltà dovute all’infortunio subito dalla stella Evgeni Malkin, la squadra è sembrata entrare sul ghiaccio già convinta di avere la partita in pugno disputando un primo periodo imbarazzante per i numerosi errori e gli incredibili spazi lasciati alle ripartenze avversarie che hanno “ucciso” la partita grazie al cecchino Palmieri che ha siglato due reti ed alla non brillante prestazione in gabbia di Marc Andrè Fleury.

I restanti 40 minuti ci hanno consentito di bombardare il goalie avversario, il rookie Wedgewood che ha chiuso la serranda dimostrando in seguito (1 sola rete subita all’overtime contro i Capitals!) che ciò che ha fatto vedere contro di noi non è stato assolutamente un caso.

Ad ogni modo dalla sfida di giovedì e dall’allenamento post gara abbiamo sfortunatamente perso altri due elementi della nostra line up; Olli Maatta ha subito una lower body injury durante la partita contro i Devils, mentre è notizia di poche ore fa che Nick Bonino abbia riportato una upper body injury durante l’allenamento di venerdì costringendo così coach Sullivan a dover richiamare nuovamente dalla AHL il centro 22enne Oskar Sundqvist rimandato ai Wilkes Barre Scranton appena qualche ora prima dello sfortunato infortunio subito dal compagno.

Se l’infortunio di Maatta è stato definito in “week to week”, ossia pressochè di una o massimo due settimane, non si hanno ulteriori informazioni riguardo quello subito da Bonino; la sfortuna dunque continua a colpirci, lasciandoci con 2 soli centri “di livello” in line up, parliamo ovviamente di capitan Sidney Crosby e dell’inossidabile Matt Cullen; non sappiamo ad ora chi prenderà il posto di Bonino in seconda linea nelle due prossime gare; Eric Fehr sembrerebbe essere l’alternativa più valida al #13 poichè Cullen sta dando un grosso contributo assieme ai compagni Rust e Kuhnhackl in terza linea e se fossi in Sullivan non sposterei nessuno dei tre togliendo quell’alchimia trovata nelle ultime gare di stagione.

In difesa invece il coach ha già dichiarato di voler piazzare Trevor Daley in prima linea assieme a Kris Letang per cercare di avere ancora più profondità del solito, mentre Ben Lovejoy rientrerà in line up andando a sistemarsi in seconda linea con Brian Dumoulin, mentre in terza linea rimarrà tutto invariato con la coppia Cole-Schultz confermatissima; ancora “healthy scratch” dunque Benoit Pouliot, il giovane D-man sembra non convincere a pieno il nostro head coach.

In gabbia sarà sicuramente alternata la coppia Fleury-Murray, con il primo visto “poco concentrato” nella gara di giovedì.

RangersvsPenguins

Domenica alle ore 1:30 italiane affronteremo i New York Rangers del fortissimo goalie “The King” Henrik Lundqvist già sicuro di partire Starter Goalie vista la presenza confermata di Antti Raanta a difendere i pali dei Rangers nella gara odierna contro Montreal

LA CLASSIFICA…IMPOSSIBILE NON GUARDARLA!

Se le sfide contro Red Wings e Rangers saranno importanti a livello psicologico per dare una risposta a ciò che la squadra ha fatto o meglio non fatto vedere nell’ultima gara di Regular Season, i 4 punti in palio saranno fondamentali per la classifica che come ho scritto in grassetto.

PITTSBURGH 88, NEW YORK ISLANDERS 87, BOSTON 86, PHILADELPHIA 85, DETROIT 85: questo è il sestetto di squadre che in soli 4 punti si giocheranno l’ingresso ai prossimi playoff, ognuna in periodi di forma diversi l’una dall’altra.

Se i nostri Penguins infatti escludendo la sconfitta contro New Jersey vengono da un ottimo periodo di forma (7-3-0 nelle ultime 10 partite), gli Islanders ed i Bruins sono in un grave momento della loro stagione, entrambe infatti hanno portato a casa il bottino pieno per sole 3 volte nelle ultime 10 gare; Philadelphia è la squadra che ha conquistato più punti (16) nell’ultimo periodo con 7 vittorie, 1 sconfitta ai tempi regolamentari (subita fra l’altro contro di noI!!) e 2 sconfitte dopo i tempi regolamentari ed ha scalato le classifiche portandosi in zona playoff al pari dei Red Wings che alternano vittorie a sconfitte (5-5-0), prestazioni sublimi ad altre indecenti rischiando per la prima volta negli ultimi 24 anni di non riuscire a centrare la post season.

Sarebbe molto importante dunque vincere la sfida di quest’oggi contro i Red o0gtzuhWings per portarci in una posizione più tranquilla e compiere lo sweep stagionale a Detroit già battuta 2 volte negli altri 2 incontri disputati in stagione (2-5 in trasferta e 6-3 in casa).

Appuntamento dunque su Fox Sports per gli abbonati SKY (canale 204) questa sera alle ore 19:00!!

#beattheWings #beattheRangers

LET’S GO PENS!! WE ARE THE FIFTH LINE!!

GAME DAY: PENGUINS @ RANGERS

PenguinsRangers2

Alle ore 12:30 locali (17:30 italiane) presso il Madison Square Garden di New York andrà in scena l’importante gara fra i nostri Pittsburgh Penguins ed i New York Rangers, secondi in Metropolitan Division e reduci dalla sconfitta subita all’overtime ad opera dei Detroit Red Wings nella serata appena passata.

La sconfitta subita ieri dai Rangers non è sicuramente un lato positivo in vista dell’imminente gara poichè New York in questa stagione non perde consecutivamente due gare dalle sfide del 17 e 18 dicembre dove uscirono con zero punti dalla road trip ad ovest in quel di Minnesota e Winnipeg.

Ieri sono rientrati in line up Henrik Lundqvist e Rick Nash, il primo dopo un’assenza di 3 gare (infortunatosi proprio nella sfida persa 4-1 a Pittsburgh 10 giorni fa), il secondo dopo ben 20 gare perse per una contusione ossea.

cut (1)

Cattive notizie dall’infermeria… Malkin out per almeno 6 settimane

Di poche ore fa invece la pessima notizia riguardo le condizioni di Evgeni Malkin; il nostro #71 uscito malconcio dalla sfida vinta per 3-2 sui Blue Jackets nella serata di giovedì ha riportato un infortunio alla gamba sinistra e dovrà rimanere ai box per un periodo che dovrebbe aggirarsi fra le 6 e le 8 settimane.

Per Geno dunque Regular Season terminata e rientro che nel migliore dei casi dovrebbe avvenire al secondo turno dei playoff per la conquista della Stanley Cup. Noi tutti ovviamente speriamo che possa fare rientro in questa stagione per ovvi motivi…

domsimon7.15

Dominik Simon, qui con la casacca della Repubblica Ceca

Dopo questa grave lacuna in line up coach Sullivan ha deciso di richiamare dalla AHL il talentuoso Conor Sheary (3G-2A), già apprezzato durante l’arco di questa stagione in prima squadra per la sua velocità, ed il debuttante 21enne ceco Dominik Simon autore di una buonissima annata nei Wilkes Barre/Scranton dove in 54 gare ha contribuito con 18 reti e 20 assist alle manovre offensive della squadra, piazzandosi per il momento in nona piazza della Scoring Leadership della AHL; il primo si giocherà il posto in line up contro i Rangers con Wilson che non si è allenato nella giornata di ieri rimanendo in dubbio sino all’ultimo, mentre Simon potrebbe esordire rubando il posto a Fehr o Bennett appena rientrati dai rispettivi infortuni.

Con ogni probabilità in gabbia sarà confermato Marc Andre Fleury visto che questa settimana siamo giunti “solamente” alla terza partita, non come la settimana scorsa quando di gare ne avevamo disputate ben 5 e dove il giovane Matt Murray aveva dato respiro al nostro #29 in un paio di occasioni.

cut

Capitan Sidney Crosby dovrà trascinarsi sulle spalle da solo tutta la squadra vista l’assenza sino al termine della Regular Season di Evgeni Malkin, l’altro “fenomeno” della nostra squadra

Dunque la nostra line up per la sfida imminente dovrebbe essere questa:

OFFENSIVE LINES

KUNITZ – CROSBY – HORNQVIST

HAGELIN – BONINO – KESSEL

KUHNHACKL – CULLEN – RUST

SHEARY (WILSON) – FEHR (SIMON) – BENNETT

DEFENSIVE LINES

MAATTA – LETANG

DALEY – DUMOULIN

COLE – SCHULTZ

GOALIES

FLEURY

MURRAY

TUTTI INSIEME ALLE 17:30 A TIFARE PENGUINS!!!

BE STRONG!! BE TOUGH!!

MATCHDAY! PITTSBURGH PENGUINS vs. NEW YORK RANGERS

PENGUINS (32-22-8) vs. RANGERS (37-20-6);

Dopo il recupero contro i Capitals dove purtroppo siamo stati rimontati del doppio vantaggio, i ragazzi stanotte (solito orario delle 01.00) tornano sul ghiaccio di casa del Consol Energy Center dove vengono a farci visita i New York Rangers.

Secondo incontro stagionale contro la squadra della Grande Mela (i prossimi incontri saranno infatti il 13 e 27 marzo) dopo il precedente, sempre casalingo, che ci ha visto perdere immeritatamente per 0 a 3 trovandoci contro un super Lundqvist. Il portierone svedese, appena festeggiato i 34 anni, viene dal turno di riposo nell’ultimo incontro giocato dai Rangers: speriamo che stavolta la nostra produzione offensiva possa essere migliore della nostra ultima apparizione contro di lui!

Formazione; Dopo il suo approdo dagli Edmonton Oilers ed aver risolto le pratiche burocratiche, si è finalmente messo a disposizione di Coach Sullivan il difensore Schultz. Il giocatore però, visto il poco tempo a disposizione, non risulta ancora pronto per scendere sul ghiaccio perciò le linee difensive saranno le solite viste: Letang-Maatta, Daley-Dumoulin e Cole-Pouliot. Anche in attacco nessuna novità visto che Bennett e Fehr sono ancora inutilizzabili per via dei loro infortuni mentre a difendere la porta dei Pens dopo il turno di riposo torna Fleury con Murray come backup goalie escludendo ancora una volta Zatkoff che ormai non sembra rientrare più nei piani tattici.

Appuntamento dunque per le ore 01.00 italiane per una partita importantissima sia per la nostra classifica sia per la rivalità sentita!

OLTRE LA FEDE… LET’S GO PENS!

BATTUTI MA NON SCONFITTI

PITTSBURGH PENGUINS vs NEW YORK RANGERS 0-3

SCOREBOARD

First Period:

  1. 08:34 Kevin Hayes NYR (8) assisted by Glass (2), Yandle (25)

Second Period:

Third Period:

  1. 04:21 Dominic Moore NYR (5) assisted by Stepan (14)
  2. 18:29 Jesper Fast EN NYR (8) unassisted

ANALISI SOCIOPATICA

A mente ancora calda dopo la prima sconfitta interna subita dopo ben 6 vittorie consecutive (l’ultima L risaliva al 5 gennaio nel match contro i Chicago Blackhawks per di più arrivata all’overtime) al Consol Energy Center possiamo dire che da questa sfida usciamo si battuti, ma non sconfitti!

Fa bene a fine gara Kris Letang a sottolineare il dominio territoriale avuto dai Penguins durante il match ed a rimarcare il fatto che è mancata solamente un pizzico di precisione in più sotto porta, dove, manco a dirlo, abbiamo trovato di fronte un Henrik Lundqvist in serata di grazia e sinceramente la cosa non mi stupisce affatto visto che il portierone svedese contro Pittsburgh sembra quasi sempre dare il meglio di se (e lo dice una persona che lo ritiene fra i migliori portieri al mondo, ma che quest’anno non sta compiendo grossi miracoli!).

509454348_slide

Con un Lundqvist in versione “muro” è quasi impossibile battere i Rangers; ne sappiamo qualcosa dopo le ultime 2 serie playoff… cerchiamo di evitarlo al primo turno se dovessimo arrivarci per favore!!

Sidney Crosby è rimasto a bocca asciutta dopo 7 gare consecutive in goal e come sempre la difesa dei Rangers, che diciamolo pure sa come affrontarci, ha avuto particolare attenzione verso di lui, marcandolo molto stretto e non lasciandogli mai l’opportunità di incidere lasciandolo addirittura con la casella vuota negli shots on goal.

Dispiace l’aver visto un Brian Dumoulin molto disattento in occasione del secondo goal Rangers dove ha lasciato solo soletto in balia di due avversari il compagno Pouliot che ha fatto quello che ha potuto coprendo benissimo la linea di passaggio ma non potendo nulla sul precisissimo wrist shot scagliato da Moore, pure lui con un conto in sospeso verso i Pens sempre aperto.

Insomma a mente ancora troppo calda prevale l’ottimismo di aver visto una squadra che ha dominato gran parte della partita ma ha subito nei momenti cruciali le reti che hanno spostato gli equilibri verso i nostri avversari.

Ora riposiamoci un giorno e ricarichiamo le batterie per la sfida di venerdì in quel di Raleigh, Carolina, dove i 2 punti saranno fondamentali contro una squadra che dista solamente 4 lunghezze dal piazzamento Wild Card occupato da…noi!

LET’S GO PENS!! WE ARE THE FIFTH LINE!!