Wednesday Rivalry Night: Capitals vs. Penguins!

109351t_matchup_01_pos_full_wsh

Questa notte alle ore 01.30 italiane i nostri Pittsburgh Penguins tornano sul ghiaccio dopo la vittoria casalinga per 4 a 1 contro Toronto. Si torna in trasferta, la prima di tre prossimi incontri affrontati fuori da Pittsburgh dove troveremo in sequenza Washington appunto ed un back to back contro i New York Islanders e Buffalo Sabres nel giro di 24 ore!

Si tratta del secondo incontro stagionale dopo il match di apertura di stagione giocata alla PPG Arena dove in rimonta i Pens riescono ad avere la meglio ai tiri di rigore grazie al goal decisivo di Phil Kessel.

Ritorna il confronto tra Sidney Crosby ed Alex Ovechkin che non si è tenuto il 14 ottobre per via dell'infortunio del nostro Capitano: saranno decisivi nel march di stanotte?

Ritorna il confronto tra Sidney Crosby ed Alex Ovechkin che non si è tenuto il 14 ottobre per via dell’infortunio del nostro Capitano: saranno decisivi nel march di stanotte?

Per i Pens roster al completo, durante le sessioni di allenamento è tornato in gruppo, anche se con la maglia no-contact, Derrick Pouliot anche se inizialmente sarà difficile rivederlo sul ghiaccio prossimamente visto che ancora non è al 100%. Per quanto riguarda la formazione non ci attendiamo novità con le solite linee viste ultimamente: Sheary – Crosby – Hornqvist; Kunitz – Malkin – Rust; Hagelin – Bonino – Kessel; Kuhnhackl – Cullen – Fehr; Dumoulin – Letang; Maatta – Daley; Cole – Schultz.

E chi sarà il goalie? Coach Sullivan ha confermato nuovamente il giovane Matt Murray che lascia ancora in panchina il veterano Fleury.

SOSTEGNO AD OLTRANZA: ANDIAMO AD ESPUGNARE LA CAPITALE! #LetsGoPens

Pittsburgh Penguins: primo incontro, prima vittoria!

Dopo 4 mesi di assenza, i nostri Pittsburgh Penguins tornano sul ghiaccio dopo la conquista della Stanley Cup a giugno. Primi avversari dei Pens sono gli Washington Capitals della stella russa Ovechkin che abbiamo incontrato nella semifinale di Conference di play-off dove sono stati battuti per 4 a 2 in una serie davvero avvincente. La PPG Paints Arena si veste a festa per celebrare il banner della vittoria della Stanley Cup conquistato e con la presentazione del roster della stagione 2016/2017. Giocatori che uno ad uno vengono acclamati dai propri tifosi con scene di grande gioia ma anche commozione nel vedere un video proiettato sullo schermo di quella che è stata la scorsa stagione dei Pens… BRIVIDI!

Il momento in cui viene esposto alla PPG Arena il banner della Stanley Cup Champions 2016!

Il momento in cui viene esposto alla PPG Arena il banner della Stanley Cup Champions 2016!

Durante la presentazione del roster, ecco il nostro Capitano fare il suo ingresso con la Stanley Cup!

Durante la presentazione del roster, ecco il nostro Capitano fare il suo ingresso con la Stanley Cup!

Pronti via e dopo solamente 59 secondi di gioco la squadra della Capitale passa in vantaggio: il duo Backstrom – Burakovsky confeziona in contropiede, con la nostra squadra sbilanciata in avanti, la rete del vantaggio con Fleury che viene trafitto vedendosi passare il disco sotto i gambali. Dopo il goal le squadre si equivalgono anche se sono i Caps a giocare meglio di noi ed il risultato però rimane invariato.

Nel secondo periodo, come spesso è accaduto nella scorsa stagione, i Pens tirano fuori l’orgoglio e mettono sotto i Capitals nel tentativo di rimontare il risultato e ci riescono: dapprima, il situazione di powerplay, un tiro di Letang viene deviato da Hornqvist che realizza la prima rete stagionale in NHL ed il conseguente goal del pareggio. I Pens spingono molto ma trovano un attento Holtby fin quando ad 1 minuto dalla fine del periodo è Malkin a trasformare la rete del vantaggio: Sheary nel terzo offensivo cattura il disco e trova solo soletto il giocatore russo che, anche un pò fortunatamente, batte in solitaria il portiere ospite.

Malkin e Hornqvist, grazie a loro i Pens nel secondo periodo chiudono in vantaggio per 2 a 1 sui Caps

Malkin e Hornqvist, grazie a loro i Pens nel secondo periodo chiudono in vantaggio per 2 a 1 sui Caps

Il terzo periodo si apre con i Pens che subiscono la veemenza dei Caps che si portano all’offensiva nel tentativo di ritrovare il goal del pareggio e ci riescono, ancora in contropiede, sempre al duo Backstrom – Burakovsky con il secondo che realizza la sua doppietta personale. I Pens sembrano essere sulle gambe ed i capitolini continuano ad essere più pericolosi e Johansson per poco non realizza il 2 a 3 ma trova sulla sua strada uno strepitoso Fleury che quando sembrava battuto, riesce con la mano a deviare quel tanto che basta per poter salvare la sua porta. Andiamo così al tempo supplementare dove però anche qui se ne esce con un nulla di fatto. Ai rigori arrivano i goal di Malkin, Oshie, Letang e Backstrom così tocca a Phil Kessel il compito di portare i Pens in vantaggio riuscendoci battendo Holtby con un tiro potente che entra poco sotto la traversa. Fleury poi è la ciliegina sulla torta neutralizzando il rigore di un Ovechkin apparso sottotono e consegnando la prima vittoria stagionale ai Penguins a conclusione di una serata (per noi italiani nottata) di grande felicità!

Il rigore realizzato da Phil Kessel che permette ai Pens di sconfiggere per 3 a 2 i Capitals!

Il rigore realizzato da Phil Kessel che permette ai Pens di sconfiggere per 3 a 2 i Capitals!

Partita indubbiamente divertente e combattuta: anche se i Pens conquistano il bottino pieno c’è da dire che i Caps hanno sicuramente fatto una buona gara e di certo non meritavano di finire l’incontro con 0 zero in classifica. Partita che forse ha perso un pò di fascino con l’assenza per “infortunio” del nostro Capitano Crosby e con un Ovechkin apparso non all’altezza del suo talento.

Next match: sempre alla PPG Arena di Pittsburgh sbarcheranno gli Anaheim Ducks che sabato notte (01.00 italiane) cercheranno di riscattarsi dalla prima sconfitta stagionale!

FORZA LOTTA E VINCERAI, NON TI LASCEREMO MAI! LET’S GO PENS!

Match Preview: Pittsburgh Penguins vs. Washington Capitals

109351t_matchup_01_pos_full_wsh

Torna il campionato di NHL dopo 4 mesi dalla vittoria della Stanley Cup dei nostri Pittsburgh Penguins ai danni dei San Jose Sharks e questa notte a far visita ai Pens al “PPG Paints Arena” (nuovo nome dello stadio al posto del Consol Energy Center) arrivano gli Washington Capitals della stella russa Ovechkin. Le due squadre non s’incontrano dal 11 maggio quando i Pens battono nel turno di playoff proprio la squadra della Capitale vincendo per 4 a 2 con il goal vittoria nel supplementare di Nick Bonino.

Il goal vittoria di Bonino

Il goal vittoria di Bonino contro i Caps nei supplementari.

Se gli ospiti arrivano con tutto l’ organico a disposizione non si può dire la stessa dei Penguins che avranno 3 assenze che non saranno disponibili per coach Sullivan: mancheranno difatti il goalie Murray che rientrarà il prossimo mese per un infortunio alla mano, il capitano Crosby che si ritrova con il problema di una concussion che lo tiene indisponibile day-to-day e non è ancora certo il suo ritorno ed infine Rust che nonostante abbia recuperato dal suo infortunio non verrà impiegato dal coach che aspetta prima di testarlo in allenamento per non rischiare altre ricadute. Di conseguenza la probabile formazione di stanotte dovrebbe essere la presente:

Kunitz – Malkin – Wilson;

Carl Hagelin – Nick Bonino – Phil Kessel;

Conor Sheary – Matt Cullen – Patric Hornqvist;

Kuhnhackl – Fehr – Sestito;

Dumoulin – Letang;

Maatta – Daley;

Cole – Schultz

Fleury – backup Condon

Scratched: Pouliot

Anche per questa stagione non perdete i nostri aggiornamenti LIVE sulla nostra pagina facebook Pagina facebook oppure commentare insieme al nostro gruppo IPF che potete cliccare qui!

#LetsGoPens #Pens #UnitiSiVince #BandaSullivan #IPF #5thLine

POW-FEHR PENGUINS: PAREGGIATA LA SERIE

Lungi da me spiegare i motivi della nostra lunga assenza in questo blog, il primo ed unico in Italia dedicato ad una squadra NHL, riprendiamo la tendenza proprio nel giorno di festività dedicato a tutti i lavoratori del bel paese.

I nostri Pittsburgh Penguins ci hanno regalato un’ottima domenica festiva andando a pareggiare nella notte italiana la serie in quel di Washington con una prestazione maiuscola, resa ancor più sublime data l’assenza dopo pochi minuti di gioco di un elemento della difesa (Maatta out dopo essere stato colpito duramente alla testa da Orpik) la quale ha resistito all’assalto dei capitolini disputando un match davvero sontuoso nonostante avessero sulle gambe un minutaggio decisamente superiore alla media (basti pensare che Kris Letang ha chiuso la gara con 35:22 passati sul ghiaccio!).


526700610_slide

Maatta viene aiutato da Bonino e Daley ad uscire dal ghiaccio: il giovane finlandese infatti pareva molto stordito dopo la botta subita da Orpik che ora è sotto indagine da parte della NHL per l’intervento avvenuto con il disco molto lontano da Olli

Il goal dell’ex Eric Fehr a 4:28 dal termine ha indirizzato la gara verso la nostra sponda, gara che diciamola tutta, abbiamo vinto strameritatamente dopo aver dominato per 40 minuti, subendo le iniziative della squadra di casa solamente nell’inizio del terzo periodo in cui, complice una penalità subita da Letang, abbiamo concesso l’unica rete messa a segno dai Caps, con Johansson abile a infilare il puck alle spalle di Murray dopo una conclusione di Carlson stoppata ma non trattenuta dal nostro goalie.

I primi due periodi hanno visto la nostra squadra spingere costantemente nel terzo difensivo di Washington costringendo più volte Holtby al miracolo; Carl Hagelin su servizio delizioso di Nick Bonino (altra grandissima partita del #13 dopo gara 1 chiusa con 1 goal ed 1 assist) riesce a battere il portierone dei Caps al settimo di gioco della seconda frazione, chiusa in vantaggio di una sola rete nonostante le numerose opportunità avute anche in situazione di superiorità numerica.

526700612_slide

Carl Hagelin esulta dopo la rete dell’1-0 su servizio delizioso di Nick Bonino

Il powerplay infatti è una delle note negative della serata, Washington difende benissimo, blocca diversi tiri dando respiro al proprio goalie e porta i nostri all’errore pressando il portatore del disco sin da subito, sarà importante d’ora in avanti sfruttare meglio le occasioni poichè abbiamo notato quanto fallosa sia questa squadra e quando non concretizzi ben 5 possibilità (che vogliono dire 10 minuti dei 60 totali in superiorità numerica!) hai ricevuto una benedizione dall’alto nell’essere riuscito comunque a spuntarla!

526686988_slide

Capitan Crosby (assente ingiustificato nelle prime 2 gare della serie) si complimenta a fine gara con Matt Murray, il giovane goalie ha stoppato molto bene gli assalti dei Capitals nel terzo periodo e nel finale concitato di gara

Nota molto positiva invece (dopo, a mio parere, una prima gara abbastanza insicura) il nostro goalie Matthew Murray, decisivo nel momento più delicato, ossia negli ultimi minuti, quando con un paio di interventi piuttosto sicuri ha chiuso la gabbia dall’attacco a testa bassa dei Capitals.

Gara 3 è prevista per la notte italiana fra lunedì e martedì, precisamente alle ore 2:00!

Come sempre le gare vengono seguite in diretta con commenti, insulti, consigli e molto altro ancora fra i membri (saliti a 55!) affiatati del Gruppo Facebook mentre ad ogni fine periodo un post verrà pubblicato dal nostro amministratore Alessandro tramite la Pagina Ufficiale Facebook della IPF.

NEXT GAMES:

  • Gara 3: lunedì ore 2:00 Capitals @ Penguins
  • Gara 4: mercoledì ore 2:00 Capitals @ Penguins
  • Gara 5: sabato orario da definire Penguins @ Capitals

BUCKLE UP BABY BECAUSE IT’S THE CUP!!

 

BACK TO BACK DURO PER I NOSTRI PENS

Altro fine settimana da affrontare tutto in black and gold per noi della IPF; i nostri Penguins infatti dovranno disputare un back to back assai duro, quest’oggi nel derby della Pennsylvania contro i Philadelphia Flyers in trasferta e domani contro i leader dell’intera lega NHL, ossia i Washington Capitals, fra le mura amiche.

hi-res-142947046_crop_north

Quest’oggi alle ore 18 italiane scenderemo sul ghiaccio del Wells Fargo Center di Philadelphia per affrontare i Flyers, “red hot” in questo periodo della stagione

 

Sabato 19 marzo, ore 18:00 italiane —> PENGUINS @ FLYERS

Orario davvero piacevole per noi europei quello della sfida che ci vedrà di fronte agli “odiati” rivali dei Flyers in quel di Philadelphia.

Questa è la seconda sfida delle quattro stagionali (le ultime due arriveranno entrambe nell’ultima settimana di Regular Season) fra Pens e Flyers, nel primo incontro Phil Kessel con una doppietta ci portò alla vittoria per 4-3 in rimonta.

Philadelphia sta vivendo un momento d’oro e nelle ultime 10 gare conta uno score davvero notevole di 8 vittorie, 1 sconfitta ed 1 sconfitta all’overtime arrivate fra l’altro contro formazioni tutt’altro che semplici e con la defezione in line up dovuta all’assenza nelle ultime 9 gare di Jakub Voracek; l’unica sconfitta ai tempi regolamentari l’hanno subita sorprendentemente contro gli Edmonton Oilers, mentre sono riusciti nelle imprese di battere a domicilio i campioni in carica dei Chicago Blackhawks ed i finalisti della scorsa finale di Stanley Cup, ovvero i Tampa Bay Lightning, portandosi in una situazione favorevole rispetto ai Detroit Red Wings nella corsa ai playoff.

Proprio il sopracitato Voracek è pronto al rientro dalla lower body injury che l’ha tenuto fuori nelle ultime 2 settimane e coach Hakstol è in dubbio se schierarlo quest’oggi oppure tenerlo a riposo ancora per qualche giorno.

Ma concentriamoci su noi stessi…

Il nostro bilancio nelle ultime 10 gare parla di 7 vittorie e 3 sconfitte e racconta di un Sidney Crosby (6 goal e 10 assist nelle ultime 9 gare) che sta mettendo a referto punti su punti scalando le classifiche della Scoring List aiutandoci con goal ed assist a mantenere l’attuale posizione da prima Wild Card per la conquista dei playoff.

20140922_DET_079

Il giovane centro svedese Oskar Sundqvist è stato richiamato da coach Sullivan per il back to back contro Philly e Washington

Mike Sullivan nella giornata di ieri ha richiamato dalla AHL il centro Oskar Sundqvist già passato in prima squadra qualche settimana fa e che ha destato un ottima impressione per la grande fisicità con cui si fa sentire quando è sul ghiaccio, arma che contro squadre come i Flyers potrebbe risultare determinante; Dominik Simon invece dopo 3 gare in line up come esterno di terza linea (1 assist) è stato rimandato a farsi le ossa nella nostra franchigia affiliata dei Wilkes Barre-Scranton.

Ben Lovejoy, out per una upper body injury da circa 1 mese rientrerà sicuramente in line up in una delle due partite che dobbiamo disputare in poco più di 24 ore; a farne le spese con ogni probabilità dovrebbe essere Ian Cole nonostante le sue prestazioni nell’ultimo periodo siano notevolmente migliorate rispetto ai canoni sui quali ci aveva purtroppo abituati.

Con Marc Andre Fleury sicuro del posto in gabbia dopo la pausa ricevuta nella gara di giovedì ben disputata dal giovane Murray contro Carolina, le nostre linee per la gara odierna dovrebbero essere le seguenti:

OFFENSIVE LINES:

  1. Kunitz – Crosby – Hornqvist
  2. Hagelin – Bonino – Kessel
  3. Fehr – Cullen – Rust
  4. Kuhnhackl – Sundqvist – Sheary

DEFENSIVE LINES:

  1. Maatta – Letang
  2. Dumoulin – Daley
  3. Cole (Lovejoy) – Schultz

GOALIES:

  1. STARTER: Fleury
  2. BACKUP: Murray

#beattheFlyers

usa-today-8997501.0

Domenica sarà la volta di affrontare i fortissimi Washington Capitals presso il Consol Energy Center di Pittsburgh

Domenica 19 marzo, ore 23:00 italiane —> CAPITALS @ PENGUINS

A poco più di 24 ore dalla sfida che ci prosciugherà fisicamente contro i rudi Flyers arriveranno a Pittsburgh loro, la formazione che comanda l’intera NHL dall’alto dei propri 107 punti conquistati con 51 vittorie, 14 sconfitte e 5 L all’overtime: stiamo parlando ovviamente dei Washington Capitals di Alexander Ovechkin, lo Zar guida la classifica dei goal realizzati con 42 marcature ed ovviamente risulta essere sempre il pericolo numero uno di ogni difesa avversaria, la quale cerca in ogni maniera di togliere spesso il respiro e qualsiasi spazio per il tiro, arma devastante del cecchino russo.

Washington arriverà a Pittsburgh con la qualificazione ai prossimi playoff già in tasca da un paio di turni ma come ha dimostrato nella nottata appena passata non regala nulla agli avversari tant’è che il bilancio nelle ultime 10 gare parla di 6 vittorie al fronte di sole 4 sconfitte; le vittime nell’ultimo turno sono stati i Nashville Predators, formazione che sta lottando per un posto playoff ad ovest, tritati con un sonoro 4-1 dalla banda allenata da coach Barry Trotz, l’uomo che è riuscito a trasformare un insieme di talenti in una vera squadra, che tenterà da aprile in poi l’assalto alla Stanley Cup difesa dai Chicago Blackhawks.

Ma se Ovie è la star della formazione della capitale, non possiamo non citare giocatori davvero eccezionali quali il secondo russo più famoso di Washington, ovvero Evgeny Kuznetsov autore di una stagione di un livello eccelso ed attuale miglior scorer di franchigia con ben 10 punti totalizzati in più rispetto al compagno Ovechkin.

Sarà molto importante per la nostra squadra cercare di non concedere troppi powerplay alla squadra capitolina poichè in questo settore la formazione di Trotz eccelle risultando essere la migliore al pari degli Anaheim Ducks nella concretizzazione delle superiorità numeriche.

Il giovane Matt Murray potrebbe partire Starter Goalie nella sfida contro i Caps

Con ogni probabilità Matt Murray potrebbe partire da starter goalie in questo delicato match vista la partenza di Fleury nella gara contro i Flyers; il giovane americano ha un ottima save percentage di 93,5% nelle 7 presenze messe a referto in questa stagione con la squadra NHL.

A seguito di questo tosto back to back avremo 3 giorni per riposarci prima di tornare sul ghiaccio contro New Jersey nella giornata di giovedì, dunque cerchiamo di dare tutti il 100% provando a vincerle entrambe per dare una definitiva sterzata alla nostra stagione mettendoci in una posizione favorevole per la conquista della tanto ambita post season.

#beattheCaps

BE STRONG!! BE TOUGH!! AND LET’S GO PENS!!

BATTUTI MA NON SCONFITTI A WASHINGTON

WASHINGTON CAPITALS vs PITTSBURGH PENGUINS 3-2

First Period:

06:14 Evgeni Malkin PIT (24) assisted by Hagelin, Dumoulin

Second Period:

03:45 Patric Hornqvist PIT (16) assisted by Maatta, Crosby

04:24 Mike Richards WSH (2) assisted by Schmidt, Chimera

16:03 Evgeny Kuznetsov WSH (20) assisted by Williams, Burakovsky

Third Period:

13:38 PPG Matt Niskanen WSH (4) assisted by Backstrom 

513222082_slide

Il grande ex, Matt Niskanen, festeggia il suo quarto goal stagionale nonchè Game Winning Goal del match

PENS-IERO POST PARTITA

Ammettiamolo, per alcuni istanti abbiamo sperato di vincerla questa partita…

Già, perchè quel 2-0 di Hornqvist messo a segno pochi secondi dopo una super parata di Murray doveva essere un segnale che questa era la nostra serata… ed invece no, perchè purtroppo non siamo riusciti a sfruttare il cosiddetto “momentum” nella partita e solamente 39 secondi dopo ci ritrovavamo nuovamente con un solo goal di vantaggio da difendere per colpa di quel Richards, da noi tanto odiato ai tempi dei Flyers, che con un tiro nemmeno tanto violento, riusciva a bucare l’incolpevole Murray la cui visuale era stata coperta dal compagno di squadra del numero 10 Capitals.

Dispiace perdere una partita di questo tipo proprio perchè di fronte ai più forti della classe sei riuscito a metterli in difficoltà, li hai messi sotto per un bel pezzo, li hai quasi messi al tappeto ed infine svegliandoti da questo meraviglioso sogno ti ritrovi con in mano un pugno di mosche e la sola considerazione di se stessi un pochino aumentata rispetto ad una settimana fa quando prendevamo 5 sberle da Boston, ma con zero punti da riportare nel tabellino di marcia.

Dispiace ancor di più anche perchè eravamo riusciti a contenere l’uomo più rappresentativo di Washington, ossia Alexander Ovechkin, limitando a soli 3 tiri indirizzati verso la nostra porta colui che generalmente in 60 minuti ci prova almeno fra le 9 e le 10 volte… peccato, sul serio! 🙁

Decisamente positiva la prestazione del giovane backup goalie Matt Murray (34-37, 919% SP) che stoppa le avanzate dei Capitals più e più volte, subendo tre reti nelle quali può decisamente poco; detto questo spero vivamente che coach Sullivan si affidi più spesso al 21enne rispetto a colui che ogni membro della IPF 😉 spera di non vedere più in gabbia, ossia Jeff Zatkoff, con tutto il rispetto ovviamente!

Fondamentale invece il rientro al goal di Evgeni Malkin (1G, 3SOG, 2PIM) che però subisce ingenuamente la penalità che alla fine ci costerà la partita, per colpa del nostro amato ex Matt Niskanen che trova il suo quarto goal stagionale proprio contro di noi.

Abbiamo bisogno del classe e della determinazione del nostro #71 in questo periodo in cui ogni partita è decisiva.

Sidney Crosby invece conclude la sua partita con 1 assist nell’azione bellissima che porta al goal di Hornqvist ma nessun tiro indirizzato verso la porta difesa da Holtby ben contenuto da uno dei migliori centri difensivi della lega ossia Backstrom.

513216446_slide

Geno finta il servizio a Kessel e batte Holtby con un preciso snap shot che si infila fra fianco e braccio del forte portiere di Washington per l’1-0 Pens

Ora i punti di vantaggio sui Philadelphia Flyers continuano ad essere 3, ma non abbiamo nessuna gara in più rispetto ai nostri amati cugini e dunque si prospetta un testa a testa sino all’ultimo per la conquista di un posto ai playoff.

Non vorrei essere ripetitivo invece per quel che riguarda l’affidabilità della nostra prima linea difensiva formata da Kris Letang ed Olli Maatta: ciò che di buono fanno quando offendono infatti viene vanificato spesso e volentieri quando dovrebbero svolgere le funzioni per le quali vengono schierati, ossia difendere; a mio avviso in occasione della rete di Kuznetsov almeno uno dei due avrebbe dovuto cercare di posizionarsi molto più a stretto contatto con il #92 avversario anzichè lasciarlo liberamente colpire il puck precedentemente parato dal povero Murray.

Su la testa comunque perchè fra 2 giorni alla Consol Energy Center di Pittsburgh arriverà una squadra che a noi fa molta paura: i New York Rangers di Lundqvist & Co.

Sarà una battaglia che vivremo insieme, uniti verso la vittoria!!

LET’S GO PENS!! WE ARE THE FIFTH LINE!!

INIZIA CONTRO I COYOTES LA SETTIMANA DELLA VERITA’

PRECEDENTE:

10 ottobre 2015: Arizona Coyotes vs Pittsburgh Penguins 2-1

0321pens2015

Capitan Sidney Crosby spera di ripartire quest’oggi con una grande prestazione dopo una settimana passata piuttosto in ombra…

Questa notte alle ore 01:00 italiane i nostri Penguins sfideranno sul ghiaccio di casa della Consol Energy Center gli Arizona Coyotes, squadra che arriva da 5 sconfitte consecutive, 4 esterne ed 1 interna.

Obiettivamente non dovrebbe essere un impegno troppo difficile per i nostri ragazzi che sperano di ripetere la sufficiente prova disputata sabato contro i Winnipeg Jets, team che come caratteristiche somiglia molto ai Coyotes.

Dovremo sicuramente stare attenti al non sottovalutare la terza linea offensiva di Arizona composta dal trio Domi, Richardson, Doan che delle quattro linee risulta essere la più produttiva in zona realizzativa; come sempre bisognerà fare attenzione anche alle sfuriate offensive del forte difensore svedese Oliver Ekman-Larsson, vero e proprio killer con le sue botte dalla linea blu specialmente in situazioni di PowerPlay.

Justin Schultz, ultimo arrivato in casa Penguins, non sarà della partita poichè deve ricevere il visto dagli Stati Uniti per il permesso di lavoro e dunque sarà disponibile probabilmente dall’inizio della prossima settimana.

Evgeni Malkin non ha disputato la seduta di allenamento nella giornata di ieri solamente per precauzione; Geno infatti rientrava sabato dopo 10 gare saltate per infortunio e coach Sullivan ha deciso giustamente di lasciarlo a riposo.

Tutti noi ci aspettiamo che capitan Sidney Crosby ritorni ai livelli visti una decina di giorni fa quando a suon di punti si è caricato letteralmente sulle spalle la squadra trascinandola in zona playoff; la sua settimana infatti è stata decisamente negativa, con 1 solo punto messo a referto (1 assist contro Buffalo) e solamente 7 conclusioni verso le porte avversarie in 4 match disputati.

Contro Winnipeg ho visto discretamente bene Ian Cole in difesa, cosa da sottolineare in questo periodo dove un po’ tutti peccano di precisione e di concentrazione (da Maatta a Letang, da Pouliot a Dumoulin).

Per la sfida di questa sera c’è un dubbio su chi difenderà la gabbia per i Pens; Murray infatti è stato richiamato ieri dalla AHL e probabilmente dovrebbe partire titolare quest’oggi cedendo il posto allo starter Fleury per l’importante sfida di domani contro i Washington Capitals, partita che doveva essere giocata nel mese di dicembre ma che fu rinviata per le famose nevicate abbondanti che colpirono la capitale in quel periodo.

Sarà una settimana molto importante questa per i nostri Penguins, dopo la sfida contro i Caps di domani infatti, a Pittsburgh, arriveranno prima i New York Rangers nella giornata di giovedì e poi nella giornata di sabato in un match ad orari felici per noi italiani (21:00) i Calgary Flames; infine domenica sfideremo i New Jersey Devils in terra nemica; insomma, 5 partite in 7 giorni che ci spremeranno come arance a livello fisico e che delineeranno quali saranno realmente le nostre prospettive in classifica.

Dobbiamo trovare le forze e le capacità per portare a casa più punti possibili perchè Philadelphia, distante solo 3 punti, disputerà solamente 3 partite (contro Calgary, Edmonton e Columbus!) relativamente semplici che potrebbero lanciarli al nostro inseguimento in maniera assai pericolosa…

BE STRONG!! BE TOUGH!! LET’S GO PENS!!